Morbo celiaco?

Morbo celiaco?

Messaggio:. 

Da: Claire Lippmann

Date: 02/06/2006

Oggetto: gluteno 

Caro Dott. Grieco, Mi ricordo alla sua memoria: Claire Lippmann, che lei ha trattato per insofferenza al gluten/grano. 

Lei mi aveva richiesto una lettera sui benefici osservati in seguito al suo trattamento: quindi eccola qua: La ringrazio di nuovo e le invio distinti et respetuosi saluti. 

Città del Messico, giugno 2006. 

Claire Lippmann. 

(Il testo originale è in francese e la traduzione à di Ugo Cozzani). 

A 17 anni ho scoperto , dopo aver fatto le analisi del sangue, di essere allergica al glutine. Ho di conseguenza eliminato totalmente il grano e tutti i suoi derivati dalla mia dieta alimentare. 

Le varie volte che l'ho ingerito, senza saperlo, sono diventata estremamente debole, al limite dello svenimento, vomitando durante 24 ore, e avevo dolori addominali atroci, avendo l'impressione di essere avvelenata. 

Nessuna medicina, naturale od altro, per bocca, riuscivano a farmi passare le crisi. Neanche la stessa acqua tolleravo. 

Poco dopo avevo eruzioni bollose, particolarmente sul viso così come su altre parti del corpo. 

Accettai con difficoltà, di non poter mai più nella mia vita mangiare qualsiasi alimento contenente grano. 

Sette anni più tardi, consultai il dott. Umberto Grieco che, dopo 30 minuti, ha scoperto l'origine di questa malattia che nessun altro dottore poté guarire. Mi disse che potevo mangiare, la stessa sera, un piccolo pezzo di pizza, ed un altro l'indomani. 

Poco a poco, potei includere il grano nei miei pasti, anche se non ancora tutti i giorni. 

Non ho più avvertito alcun sintomo. Io ringrazio il Dott. Umberto Grieco dal fondo del mio essere per la sua scienza, le sue capacità, e la sua dedizione ed abnegazione. 

 

PS: La causa prima riscontrata, grazie alla biorisonanaza, risultò un conflitto irrisolto nell'inconscio della paziente. (U.G.)